News

Dove trovare diamanti garantiti al miglior prezzo

Quando si vuole effettuare un investimento garantito, i diamanti rappresentano sempre la scelta migliore.
Questo però a patto che i diamanti siano certificati come di qualità superiore e che il prezzo di acquisto sia tale che la vendita successiva permetta un buon affare.
C’è solo un’azienda che può garantire tutto questo, ed è Diamanti Anversa.

Dove trovare diamanti garantiti al miglior prezzo
Trovare diamanti certificati, di qualità ‘top selection’, e trovarli anche ad un prezzo conveniente è l’occasione perfetta per investire.
Diamanti Anversa è in grado di offrire entrambe le cose, ed è decisamente la scelta migliore per chi voglia acquistare e vendere diamanti a Roma.
La certificazione dei diamanti è garantita dal personale estremamente qualificato e diplomato presso i più pregiati istituti mondiali.
Grazie alla formazione acquisita, le gemme sono garantite in primis dall’Istituto Gemmologico Americano, punto di riferimento del settore, nonché dall’HRD (acronimo di Alto Consiglio del Diamante), e dall’Istituto Gemmologico dell’Italia.
Pietre di tale fattura possono costare molto, ma con la mission ideata da Diamanti Anversa diventano accessibili e fonte di investimento.
Il motivo è semplice: senza venir meno all’imprescindibile qualità, Diamanti Anversa scavalca la normale catena di vendita e si rivolge direttamente al cliente finale.
Il prezzo che riserverebbe dunque ai gioiellieri, rimane lo stesso che viene applicato all’utente.
Questi ha la certezza di acquistare ad un ingrosso diamanti, una pietra di alta fattura.

Diamanti: perché rappresentano un ottimo investimento
I diamanti rappresentano sempre uno dei migliori investimenti possibili.
I motivi sono molteplici, e vanno dal prestigio del bene specifico alle caratteristiche dell’investimento stesso.
In particolare, soprattutto nel settore della vendita diamanti certificati online, i vantaggi sono:
* il fatto che il diamante non vede il proprio valore svalutarsi, ma al contrario aumentare nel tempo;
* il fatto che il diamante rappresenta un bene prezioso che mette l’investitore al riparo da cali repentini del mercato;
* il fatto che i diamanti non sono beni tassati;
* il fatto che a prescindere dalla situazione economica di un Paese, il diamante non subisce flessioni;
* il fatto infine che i diamanti possono essere venduti all’estero.
Ricertificare un diamante: la garanzia dei Diamanti Anversa
Quando si acquista un diamante da Diamanti Anversa, si può usufruire di un servizio dedicato.
Il maestro gemmologo aiuterà infatti il cliente a scegliere la montatura che dovrà accogliere la pietra, e solo in quel momento la pietra verrà desigillata.
Si tratta di un’ulteriore garanzia per il cliente, che avrà quindi la certezza di acquistare un prodotto che passerebbe tranquillamente qualunque ricertificazione.
Chi acquista per poi rivendere infatti, deve poter contare sul fatto che sta comprando un bene che verrà stimato sempre allo stesso modo.
In virtù del fatto che il diamante è un bene liquidabile in tutto il mondo, è necessario anche che la ricertificazione sia garantita.
Il certificato gemmologico fornito da Diamanti Anversa dà la garanzia non solo di acquistare un bene prezioso, ma anche che, ovunque venisse analizzato, verrebbe trovato perfettamente rispondente al certificato stesso.

Diamanti Anversa: la certezza della qualità al miglior prezzo
I passaggi che attraversa una pietra preziosa prima di essere venduta da Diamanti Anversa sono ben precisi.
Stiamo parlando innanzitutto di diamanti grezzi naturali , e non creati con sintesi in laboratorio.
Quindi, la prima caratteristica di queste pietre è quella di essere pezzi unici, senza pari nel mondo.
Dietro ogni pietra c’è un processo peculiare che ha trasformato il carbonio sotto terra, a temperature elevatissime, fino a portarlo ad emergere durante un’eruzione vulcanica.
La storia di un diamante è quindi affascinante e misteriosa, e non c’è una pietra al mondo che sia uguale all’altra.
Quando queste pietre vengono lavorate, diventano diamanti certificati di qualità top selection, e sono quindi sigillate con il loro certificato gemmologico.
A questo punto, invece di essere vendute ai gioiellieri che poi applicheranno un rincaro, sono proposte al cliente finale, che si troverà davanti ad un investimento eccellente.
In genere si deve scegliere tra l’acquisto di un bene prezioso ad un prezzo inaccessibile, o l’acquisto di un bene più scadente con un costo meno elevato.
L’errore sarebbe quello di voler effettuare un investimento su diamanti di scarsa qualità.
La ricertificazione del bene, una volta che si provasse a rivenderlo, ne mostrerebbe i limiti e le imperfezioni.
Altro errore sarebbe quello, al contrario, di acquistare dei diamanti ad un prezzo eccessivo, per poi rivenderli.
In questo caso si avrebbe un ricavo minimo, e l’investimento non sarebbe più tale.
Ecco perché affidarsi all’esperienza e alla serietà di Diamanti Anversa ripaga sotto ogni punto di vista.
Che si voglia acquistare dei diamanti per sé a scopo investimento a breve termine, o che si voglia regalarli ai propri figli in modo che le pietre acquistino ancora più valore nel tempo, Diamanti Anversa è la scelta giusta che coniuga qualità e convenienza.

Acquisto diamanti usati in blister o incastonati

Un diamante è per sempre: una citazione celebre che, oltre alla connotazione romantica, nasconde una grande verità perché i diamanti sono tra le rare pietre preziose che non subiscono il trascorrere del tempo, anzi, aumentano di valore! Un diamante è per sempre anche perché non è soggetto ad inflazione e ai periodi di crisi economica, come possono essere l’oro e il petrolio, il cosiddetto oro nero.
Infine i diamanti non subiscono tassazione, come i beni finanziari.
Acquistare delle gemme preziose così rare e di valore è quindi un investimento sicuro sotto ogni punto di vista, un affare che non conosce i rischi dell’inflazione.
Vendere diamanti usati, con o senza certificato, è anche una soluzione efficace quando si ha un’emergenza economica e si ha necessità di denaro liquido in cash.

Tante tipologie di diamanti per tutti i gusti e tutte le esigenze

Il diamante è un “bene rifugio” perché, come detto prima, non conosce l’usura del tempo e non cala di valore, ma è importante saperlo valutare in tutta la sua bellezza. Per questo motivo è opportuno rivolgersi ad un’azienda qualificata e competente, formata da un team di esperti in gemmologia e appassionati di beni di lusso e di valore.
Molto spesso si preferisce comprare dei diamanti usati che costano relativamente meno di quelli nuovi e di recenti estrazione e lavorazione: spesso si acquistano diamanti che provengono da collezioni private, da gioielli della nonna, oppure da vecchi bijoux che i clienti impegnano nei negozi di compro diamanti.
Cos’è preferibile acquistare, diamanti in blister o incastonati?
La prima risposta riguarda il galateo e il bon ton, la seconda delle reali esigenze di investimento o di idea regalo affettuosa.

Blister o gemma incastonata?

Facciamo una brevissima premessa: il diamante incastonato, magari all’interno di un anello, si regala in un’occasione romantica, ad esempio per un fidanzamento ufficiale o un matrimonio, mentre il blister di diamanti è preferibile se chi lo riceverà ha in mente di utilizzarlo come investimento economico (e non indossarlo).
Ad esempio, il solitario è il top quando si fa la dichiarazione d’amore: un diamante che brilla in tutta la sua unicità e sovrasta una fedina in oro bianco, argento o platino. Spesso la gemma viene incastonata con altre pietre preziose che ne accrescono il valore ancora di più e propongono una varietà cromatica e di bagliori: i diamanti possono essere combinati a meraviglia con zirconi, smeraldi o rubini.
I blister vengono regalati quando non si parla esclusivamente di promessa d’amore, ad esempio per un successo sul lavoro, un upgrade, un battesimo, una cresima o una comunione.

Spesso i diamanti in blister sono da investimento.
Nel caso di un regalo per un uomo, è necessario sempre valutare la persona che lo riceverà: i diamanti storicamente hanno sempre fatto parte di un immaginario femminile ma non è affatto raro trovare uomini a cui piacciono e li sfoggiano con orgoglio.
Basti pensare agli sportivi, veri e propri fashion victim, come David Beckam e Cristiano Ronaldo: due fuoriclasse del calcio e dello stile che amano esibire orecchini, anelli e orologi tempestati di brillanti e cristalli Swarovski!

Diamanti come e dove acquistare in sicurezza

tagli diamante Seppur azioni ed obbligazioni suonino alle nostre orecchie come investimenti molto appetibili è impossibile ignorare l’altrettanto valido richiamo dell’investimento in diamanti.
Ammesso che ci si relazioni con la questione in maniera cauta, prudente ed informata, le pietre preziose offrono l’opportunità di diversificare il portafoglio di investimenti con alternative meno prevedibili.

Malgrado l’interesse attorno alle pietre preziose sia in rapida crescita è importante sapersi muovere nel nebuloso mondo della gemmologia.
Nonostante l’universo dei diamanti sia perlopiù al riparo da turbolente fluttuazioni finanziarie legate al livello di scorte ed alla produzione delle materie prime, a causa del loro ruolo di bene d’investimento rifugio simile all’oro ed alla loro crescita di valore nel lungo periodo, esso subisce comunque costanti variazioni di prezzo. Ad essere precisi, utilizzando come riferimento una pietra da un carato, tra il 1960 ed oggi, troviamo una differenza di prezzo di circa 30000 euro.
Godendo del privilegio di non essere considerati strumenti finanziari, i diamanti non corrono il pericolo di essere valutati sul mercato attraverso il meccanismo di valutazione del rischio. Ciononostante gli esperti consigliano di non superare il 10-15% di essi sul proprio investitimento totale.

Ciò detto è importante capire dove e come poter acquistare in sicurezza.
Avendo più volte reiterato l’importanza dell’investimento sicuro, dopo aver più volte sottolineato l’importanza di evitare e scoraggiare acquisti da rivenditori di dubbia provenienza e serietà, andranno considerati quattro canali attraverso i quali comprare le pietre: gioiellerie, banche, internet, intermediari.

1) Le gioiellerie sono esercizi adibiti alla vendita di pietre preziose prevalentemente incastonate su anelli, bracciali ed altri supporti quindi, nonostante molte di queste attività ad oggi rispondano in parte a tal richiesta, sono sconsigliabili a chi desidera acquistare unicamente il diamante. I motivi sono prevalentemente due: qualitativo ed economico.
Il primo rientra nella sfera degli obiettivi. Seppur il gioielliere possa proporvi una condizione appetibile, il fatto che la gioielleria si basi sulla vendita di anelli, braccialetti ed altro fa sì che il diamante sia un elemento di secondo piano, subordinato all’oggetto di cui andrà a fare parte. Questo spesso comporta una perdita di qualità della pietra (spesso priva di certificazione).
Il secondo, quello economico, sta nel prezzo. Il prezzo applicato dalla gioielleria è spesso al dettaglio piuttosto che relativo ai valori che potremmo trovare all’ingrosso.
2) Le banche sono una valida alternativa. Inseritesi nel business diamantifero di recente, causa la crescente domanda di beni rifugio in conseguenza della crisi economica, offrono l’opportunità di acquisto di preziosi allo sportello. Nonostante esse contemplino commissioni del 10-15% sulle vendite (essendo loro unicamente venditori di società partner) già incluse nel prezzo del prezioso, a causa della poca trasparenza del mercato e della complessità dei meccanismi del sistema di vendita dei diamanti, possono offrire prezzi più bassi delle gioiellierie. Seppure le banche si propongano come ottima opzione, i prezzi andranno comunque controllati. Il Rapaport offre il listino internazionale dei prezzi dei diamanti (il diamante bianco non è regolato da alcuna autorità).
Nota dolente, le politiche di riacquisto del prodotto. Vanno sempre considerati i costi, le eventuali penalità, le modalità e la storia dell’intermediario, considerando l’eventuale vendita futura, che si pone come soggetto per l’eventuale riacquisto.

3) Internet, considerata avanguardia di ogni forma di comunicazione e scambio, si pone come nuova frontiera anche per l’acquisto di diamanti. Attraverso siti di recente pubblicazione si possono scegliere prodotti diamantiferi, attraverso catalogo tecnico e fotografico, per poi farseli inviare direttamente a casa. Nonostante sembri rischioso fare acquisti di questo valore attraverso la rete, essa può offrire prezzi molto simili a quelli all’ingrosso. Questo canale va vagliato attraverso le dovute precauzioni ovvero: controllo dei servizi, delle credenziali e delle referenze del venditore, analisi accurata e dettagliata del contratto d’acquisto.

4) Gli Intermediari si pongono come referenti dell’approvvigionamento diamantifero. Esperti del settore, andranno valutati secondo referenze e credenziali ma, diversamente dagli esercizi quali le gioiellerie, potrebbero offrire prezzi leggermente più bassi.

Per concludere va considerato il trattamento fiscale riservato ad essi. I diamanti vengono considerati esenti da tassa sul “capital gain” o da quella di successione. In Italia, all’acquisto, sono sottoposti ad Imposta sul Valore Aggiunto esclusi quelli depositati in cassette in zona franca quali, per l’europa, Rotterdam, Le Havre, Anversa e Genova.